Appello Biblioteca Querini Stampalia

Cari Colleghi,

Olga Tribulato ci ha inviato, con preghiera di diffusione, un appello per la Biblioteca Querini Stampalia, in particolare per il Fondo Treves, colpito dall’acqua che ha invaso Venezia.

Saluti affettuosi

Mauro Tulli

La catastrofica acqua alta che ha invaso Venezia nella notte del 12 novembre, oltre a entrare nelle nostre case, ha colpito anche le istituzioni culturali della città e i loro preziosi tesori. Tra le sedi maggiormente danneggiate vi è la Fondazione Querini Stampalia, che molti di voi conoscono per la sua Biblioteca. I libri intaccati dall’acqua erano custoditi in depositi del tipo “compact mobile shelving”, che si ritenevano collocati ad altezza sicura, ma che, per motivi di staticità, devono necessariamente essere ubicati al piano terra. Purtroppo il ripiano più basso di tali scaffali è stato inondato per un cospicuo numero di metri lineari. I materiali librari che si sono bagnati comprendono miscellanee non rilegate del tardo Ottocento e del Novecento, nonché parte dei volumi del fondo Piero Treves (1911-1992), che gli eredi del grande studioso del mondo antico hanno donato alla Querini. Nei giorni scorsi con il personale della Biblioteca, coadiuvato da moltissimi volontari, siamo riusciti a mettere in sicurezza i volumi. Una ditta specializzata è già venuta a raccoglierli per congelarli: in questo modo nei prossimi mesi potranno essere accuratamente restaurati e ripristinati all’uso. Saranno necessarie diverse decine di migliaia di euro per pagare questo intervento. La Querini ha già attivato una raccolta fondi mediante il comunicato stampa che vi invio in allegato. Forse, se mobilitiamo la comunità internazionale degli studiosi del mondo antico, riusciremo anche noi ad aiutare.
I versamenti possono essere effettuati sul conto corrente della Fondazione Querini Stampalia,

IBAN: IT76O0100502000000000032500, Causale: FONDO TREVES,

oppure online tramite paypal al seguente link:

http://www.querinistampalia.org/ita/sostienici/acqua_alta_12_novembre_2019.php

The catastrophic flooding that hit Venice on 12 November has affected most of the city, including some of its cultural institutions and their unique treasures. The Querini Stampalia Foundation, whose Library will be known to many of you, has been very seriously damaged. The affected books were kept in a compact mobile shelving area on the ground floor: although they were deemed to be at a sufficiently safe height, the lowest shelf has been covered by high water. A considerable number of linear metres of books have been damaged. The most severely affected material consist of unbound miscellaneous volumes, mostly from the late 1800s and early 1900s, and the Fondo Treves, a collection that focuses mostly on ancient history and the classical tradition, bequeathed to the Foundation by the heirs of Piero Treves (1911-1992). During the past days, with the Library staff and the help of a huge number of volunteers, we succeeded in salvaging the books and placing them at a safe and dry location; a specialised firm has already collected them with a view to starting the preservation process. First the book will have to be frozen; they will be restored and, where appropriate, rebound only at a later stage. This procedure will involve an expense of several thousand euros. The Querini Stampalia Foundation has launched a fundraising campaign – I am pasting the press release below. Contributions may be forwarded directly to the bank account of the Foundation

IBAN: IT76O0100502000000000032500, Payment reference: FONDO TREVES

or online through paypal at the following link:

http://www.querinistampalia.org/eng/support_us/venice_flooding_12_november_2019.php