Area 10 – 26 settembre 2019

Cari Colleghi,

oggi, presso la sede MIUR di Via Carcani, Roma, l’assemblea di Area 10 ha sviluppato un dibattito su problemi e dubbi che investono il nostro sistema in questa difficile fase di transizione politica. Il Ministro Fioramonti, nel saluto portato al CUN, ha evidenziato, ieri, numerose, imprescindibili esigenze, ad esempio la registrazione di contenuti e forme per la VQR 2015-2019, la tutela del preruolo, il progetto di anagrafe per la ricerca, il crescente peso dell’amministrazione sia per la didattica sia per la ricerca. E’ imminente la pubblicazione di un Decreto con la proroga per l’applicazione dell’articolo 24, comma 6, della legge 240 e per la durata dell’abilitazione. Grande l’attesa per il nuovo assetto del Dottorato, da tempo annunciato e promosso dal Capo Dipartimento Giuseppe Valditara. Non dovrebbe tardare la distribuzione dei punti organico: la Corte dei Conti esamina ora sia il Decreto sul Fondo di Finanziamento sia il Decreto con le Linee Guida per la programmazione triennale, dopo le critiche severe che il CUN ha espresso il 31 luglio. L’ANVUR elabora con la consulenza di esperti un questionario per la valutazione della didattica.

Dopo un lungo impegno, il CUN ha varato in aula, ieri, con approvazione unanime, un documento sull’accesso alla docenza: è un documento, presto disponibile sul sito, che suggerisce un riordino della legge 240 con l’abolizione della figura di RTDA, con interventi molto ben definiti sugli assegni di post Dottorato e con l’istituzione della figura di Professore Iunior. L’assemblea di Area 10 ha intrecciato riflessioni sulla valutazione delle riviste, anche per il non lontano incontro con l’ANVUR: dopo la delibera, il 20 febbraio, per il nuovo Regolamento, è imminente la pubblicazione delle Linee Guida che renderanno centrale, sembra, la funzione dei 5 indicatori stabiliti dall’articolo 14, comma 1. Al termine, l’invito, che avanza l’ANVUR, al contributo, con proposte concrete, per la VQR 2015-2019.

Saluti affettuosi

Mauro Tulli